10. A Lecce la V edizione di “Esteticamente in fiera”, la fiera della cosmesi più importante del Sud Italia. Tra gli interventi più attesi di questa edizione ci sarà quello del professor Pietro Lorenzetti, chirurgo plastico noto anche per la sua partecipazione a numerose trasmissioni televisive in qualità di esperto. Specializzato in chirurgia plastica e medicina estetica, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Main sponsor della quinta edizione sono “FillMed”, la divisione di medicina estetica dei francesi Laboratoires Filorga presenti in oltre settanta Paesi in tutto il mondo e Maurizio Cursano, perfezionato in Medicina e Chirurgia Estetica.  → Link

9. Chirurgia plastica, anche in Italia spopolano gli interventi «da selfie». Sono cresciuti del 15% negli ultimi due anni, stando alla Società Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica (SICPRE). Oltre il 40 per cento degli interventi estetici oggi viene effettuato su ragazze fra i 18 e i 29 anni alla ricerca del selfie perfetto; poco meno della metà dei teenager italiani ricorre alla chirurgia estetica e un terzo va dal chirurgo plastico. Molti chiedono di cambiare per avere autoscatti ideali, senza dover più neanche usare i filtri: gli interventi al naso e alle palpebre sono quelli che vanno per la maggiore, ma anche le iniezioni di filler e botulino sono molto richieste per correggere i connotati.→ Link 

8. Cellulite: Inestetismo o Malattia?Malgrado sia presente in una percentuale di donne compresa tra l’80 e il 90%, la cellulite non si può considerare “normale”. La cellulite dovrebbe essere considerata una malattia a tutti gli effetti e, come tale, può essere combattuta grazie all’aiuto del medico. Oggi, per contrastare la cellulite, sono disponibili terapie poco invasive e molto efficaci e tra queste troviamo Velashape II, la prima apparecchiatura medicale approvata dall’FDA americana per il rimodellamento corporeo e il trattamento della cellulite. → Link

7.Aereo precipitato: morto il chirurgo dei vip Flavio Saccomanno; aveva 71 anni. Tragedia nei cieli dell’Umbria: egli è morto dopo essere precipitato al suolo con il suo aereo. Stava compiendo delle acrobazie con il suo velivolo quando ha inspiegabilmente perso il controllo, schiantandosi verticalmente. In corso le indagini per cercare di capire se si sia trattato di un errore umano o di un guasto meccanico, fatto sta che un grande rappresentante della medicina chirurgica se ne è andato. Flavio Saccomano non era italiano, in quanto era nato in Brasile, precisamente a San Paolo, ma da anni viveva a Roma e di fatto si considerava un nostro concittadino. → Link

6. Roy De Vita e le creme «miracolose». Ma si tratta di un furto d’identità. Il famoso chirurgo plastico, Roy De Vita (uno dei più noti chirurghi plastici italiani), primario di chirurgia plastica ricostruttiva all’Istituto Tumori Regina Elena di Roma, vittima di una truffa online: su Instagram gira una pubblicità che sfrutta la sua immagine. Il prodotto, 50 euro a vasetto, promette di far ringiovanire. Peccato che si tratti di un «fake», un furto d’identità online. De Vita lo ha denunciato alla magistratura e anche in tv, ospite del programma di Raiuno “Storie Italiane.”  → Link

5. Giacomo Urtis e il Ken umano si danno alla musica (di plastica).In uscita il singolo “Plastic world” della strana coppia tv legata dalla chirurgia estetica. Giacomo Urtis e Rodrigo Alves. Entrambi rifatti, super travolgenti e garanzia per gli ascolti tv ad ogni ospitata grazie alla loro imprevedibilità. Sono amici più di prima anche per il nuovo progetto musicale che li lega. Urtis e Rodrigo Alves, conosciuto come il Ken Umano, cantano insieme “Plastic world” che ha tutto il sapore del tormentone estivo. Un brano tutto dedicato alla chirurgia estetica, a cui si sono sottoposti nel tempo senza farne mai mistero. → Link

4.I benefici dell’ossigeno-ozono terapia. Dell’uso dell’ozono in campo medico se ne discute poco. Eppure l’ossigeno-ozono è una terapia molto valida con molteplici applicazioni, senza effetti collaterali. Ricorrono all’ossigeno-ozono terapia diverse celebs e una grande sostenitrice della terapia era la Regina Madre. La terapia prevede l’utilizzo di una miscela gassosa di due gas, ossigeno e ozono che, se somministrato alle giuste dosi, permette di curare più patologie: acne, flebiti, ernia del disco, malattie neurovegetative, artrosi al piede diabetico, ma trova un’ampia applicazione anche in campo estetico: per la cellulite, le smagliature e il ringiovanimento cutaneo. → Link

3.Un’occasione unica per la vita: il trapianto di capelli in Turchia. Come dire per sempre addio al problema della calvizie. Se anche voi siete tra quelli che nascondono la testa sotto un cappello e non riescono ad accettare la caduta dei propri capelli, ecco un nome da segnare: Dottor Balwi di Elithairtransplant. È lo specialista indiscusso del trapianto di capelli in Turchia, con innumerevoli anni di esperienza e più di 20.000 interventi realizzati grazie l’innovativo metodo Fue (Estrazione delle Unità Follicolari). Elithairtransplant è una clinica all’avanguardia che opera nel campo dei trapianti e riscuote sempre più successo tra coloro che sono interessati a un basso costo del trapianto di capelli. → Link

2. Nuovo business per Ronaldo: apre una clinica per il trapianto di capelli. La perdita di capelli non è certo un problema che affligge il fuoriclasse juventino, Cristiano Ronaldo; al contrario: da oggi la calvizie (degli altri) per lui sarà fonte di guadagno, infatti ha inaugurato a Madrid il nuovo centro tricologico: ha come manager Georgina Rodriguez. Ma non è solo un centro per il trapianto di capelli, ma anche ciglia e barba; egli è socio al 50%. Un business che promette di fruttare milioni, e che il calciatore ha messo nelle fidate mani della sua fidanzata. → Link

1. Naso corretto in un’ora senza bisturi: tutte pazze per il rinofiller. È boom di trattamenti per cambiare la forma del naso senza far ricorso al bisturi. Tutte pazze per i filler che modificano la forma di uno degli elementi del viso più ritoccati in assoluto. “Si tratta di una prova generale, per abituarsi al cambiamento, afferma Giulio Basoccu, specialista in chirurgia plastica Estetica e Ricostruttiva presso il Gruppo INI, Istituto Neurotraumatologico Italiano e Docente presso l’Università di Tor Vergata. Oggi si fa grande ricorso ai filler per eliminare un difetto del naso anche se temporaneamente. Dunque se per i difetti più evidenti il bisturi resta la soluzione preferibile, esiste da qualche tempo un’alternativa meno invasiva, pratica, veloce ed estremamente sicura per gli inestetismi più soft: il rinofiller. → Link