BGN 10.11.2020 News della settimana

7. Vedersi brutti nella società del XXI secolo. La paura di essere brutti ormai viene condivisa in maniera collettiva e questo sfortunatamente, spesso, porta al voler assomigliare alle classiche bambole di plastica. È il caso di un’infermiera di Melbourne di 31 anni, che dopo aver viaggiato il mondo e speso 100mila dollari solo per gli interventi al seno, ha anche affermato di voler rimuovere le proprie costole e di voler cambiare il colore degli occhi. Si tratta di eccessi che non riguardano solo questa donna e che sono la chiara spia di un disagio. → Link

6. Sentirsi più belli naturalmente: arrivano i filler dinamici. La medicina estetica finalmente riparte e lo fa continuando anche con i famosi filler dinamici, sia per il volto che per gli occhi, che ridefiniscono in modo naturale e senza bisturi. A presentare gli ultimi sviluppi in questo campo è Teoxane, un’azienda di Ginevra, che presenta ben tre novità: una tecnica per il volto che combina due diversi filler; un protocollo per la ridensificazione dinamica, che combina un biorivitallizzante e un filler; infine un trattamento avanzato per l’area perioculare. I filler dinamici sono fondamentali, perché offrono una correzione di lunga durata che salvaguarda totalmente l’espressività. → Link

5. Bellezza estetica sempre più desiderata: l’aiuto della chirurgia plastica.Volersi cambiare i connotati con la chirurgia plastica ormai fa parte della maggioranza delle persone, e questa ambizione è in forte aumento nelle ragazze più giovani. Secondo l’AICPE, l’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica, nel 2018, in Italia, sono state eseguite più di 1.000.000 di procedure estetiche, quindi il 7% in più rispetto al 2016. I trattamenti non chirurgici, invece, sono aumentati dell’8%. Al primo posto tra gli interventi di Chirurgia Plastica c’è la mastoplastica additiva. → Link

4. La cellulite e i suoi falsi miti. La cellulite, chiamata tecnicamente pannicolopatia edematofibrosclerotica, è un disturbo degenerativo che colpisce il tessuto adiposo sottocutaneo e si manifesta con il classico aspetto a buccia d’arancia. Ciò è dovuto al fatto che, se la circolazione sanguigna o linfatica non funzionano correttamente, le cellule adipose tendono a rompersi. Le cause che portano ad avere la cellulite provengono prevalentemente da un fattore ormonale o vascolare. Riguardo questo argomento è facile e comune ricadere in alcune false credenze particolarmente diffuse. → Link

3. Permalip: labbra belle senza bisturi. Permalip è un’alternativa adatta e vantaggiosa ai soliti filler utilizzati per l’aumento volumetrico della labbra. Questo tipo di intervento viene definito “cheiloplastica” e si svolge a livello ambulatoriale, in anestesia locale. Dopo un rigonfiamento iniziale postoperatorio, l’effetto che si riesce a ottenere è molto naturale, le labbra assumono un aspetto disteso e le fastidiose rughette che si trovano nella parte sovrastante il labbro superiore, si riducono circa dell’80%. → Link

2. Rimodellare le sopracciglia: ecco il lifting. Il lifting del sopracciglio (detto endoscopico) è la soluzione minivasiva per rinfrescare il viso sia di uomini che di donne, e sempre di più si ricorre a questa tecnica per modellare, scolpire e modificare la forma, lo spessore e anche l’altezza percepita del sopracciglio. L’impatto sull’aspetto del nostro viso è profondo: il lifting endoscopico permette di sollevare e scolpire la forma più naturale del sopracciglio, evitando quell’effetto stirato e innaturale, tipico del lifting tradizionale, e le cicatrici davanti all’orecchio. → Link

1. Mani svuotate e spente: come effettuarne il ringiovanimento. Per ringiovanire le mani si ricorre alla biostimolazione e alla biorivitalizzazione della pelle, che consistono nell’iniettare nel derma sottostante l’epidermide delle sostanze attive che mirano a ridare alla pelle la luminosità, il tono e lo spessore che aveva perso negli anni. Si ricorre a questa tecnica perché con il passare del tempo la cute delle mani si assottiglia, dando ad esse un aspetto “svuotato”. Le sedute non sono affatto dolorose e durano circa 15 minuti per entrambe le mani. I primi risultati si possono vedere dopo 5-6 sessioni. → Link

Related Posts