BGN 05.01.2021 News della settimana

7. L’esperto di responsabilità medica e malasanità parla: il vertiginoso aumento degli interventi di chirurgia per riparare i danni. Ricorrere agli interventi di chirurgia estetica per soddisfare i propri desideri ormai è diventato semplice grazie alla breve durata delle operazioni e al regime di Day Hospital. L’avvocato Andrea Marzorati, chiarito il fatto che l’Italia si trovi al 5° posto per trattamenti e interventi chirurgici, conferma che è decisamente allarmante il numero di coloro (sia uomini che donne) che hanno apportato conseguenze invalidanti fisiche e psicologiche e che quindi necessitano di un secondo intervento per limitare i danni. → Link

6. L’intervento estetico per correggere lacerazioni e ferite palpebrali. In caso di ferite in corrispondenza delle palpebre, la prima cosa da fare è, senza alcun dubbio, recarsi al pronto soccorso. Di tanto in tanto capita che la ferita non venga riparata nel modo corretto e che la sutura della palpebra, dunque, causi un problema sia funzionale che estetico; in questo caso entra in gioco la ricostruzione palpebrale: intervento che è importante eseguire nel momento stesso del trauma oppure poco dopo. → Link

5. La sudorazione eccessiva come causa di danni psicologici e autoisolamento. L’iperidrosi, vale a dire l’eccessiva sudorazione, è una condizione molto invalidante dal punto di vista psicologico, perché può portare il soggetto che ne soffre all’autoisolamento. Le soluzioni a tale problema sono varie ma la più efficace consiste nell’utilizzo della tossina botulinica: questo trattamento è indolore, pratico e poco invasivo. Il paziente deve sottoporsi a varie sedute nell’arco dell’anno ma già dopo circa 10 giorni può iniziare a vedere l’effetto, perché la sudorazione si riduce fino al 50%. → Link

4. La terapia medica per combattere la cellulite. La cellulite è una malattia che colpisce la maggior parte delle donne e la mesoterapia è la terapia più utilizzata per combatterla: si tratta di iniettare, nel derma profondo, delle soluzioni farmacologiche attive. L’evoluzione della mesoterapia è l’intralipoterapia: efficace per ridurre il volume del tessuto adiposo e per migliorare gli inestetismi cutanei provocati dalla cellulite. I risultati sono visibili fin dalla terza seduta ma alcune pazienti hanno potuto notare miglioramenti già dopo una seduta. → Link

3. Contrastare i segni del sole e del tempo con la biostimolazione: ecco come. Segni del tempo e pelle stressata dal sole: sono situazioni risolvibili con la biostimolazione, una tecnica che agisce tramite iniezioni intradermiche di sostanze naturali (come vitamine e acido ialuronico) che migliorano l’elasticità, il tono e l’idratazione della cute, comportando, così, una riduzione delle rughe. La biostimolazione può essere eseguita sia a scopo terapeutico che preventivo e le iniezioni sono poco dolorose. → Link

2. Effetto “Benjamin Button”: le celebrità sempre più giovani. Le guardiamo in televisione, le seguiamo sui social media e ammiriamo il loro essere eternamente giovani: sì, le celebrità over 45, grazie alla chirurgia plastica (principalmente), si presentano sempre con la pelle liscia e luminosa, come se non subissero il tempo che scorre. Come conferma la Dottoressa Carmela Pisano, specialista in medicina estetica, quest’anno i pazienti hanno deciso di dirigersi verso i trattamenti di medicina estetica rispetto a quelli chirurgici, questo perché meno invasivi, più economici e con risultati più che validi. → Link

1. Ex Miss Trans si sottopone all’ennesimo intervento chirurgico: la passione per la chirurgia plastica. Sara Finizio (che inizialmente non riusciva ad accettarsi e a piacersi) ha deciso di sottoporsi nuovamente a un intervento di chirurgia plastica (ormai una passione da quando aveva solo 20 anni) e ha deciso di mostrarsi dopo l’operazione, stupendo i suoi followers: l’ex Miss Trans ha subìto un lifting agli occhi, alla guancia e il rimodellamento del naso. → Link

Related Posts