Le applicazioni del lipofilling a livello mammario possono essere pertanto molteplici e di grande rilievo. Per alcune indicazioni, questa metodica è ormai accettata a livello internazionale e considerata particolarmente utile ed efficace.

rippling protesi seno

Nei casi di asimmetria mammaria o di malformazioni, ad esempio, viene oggi considerata la tecnica di prima scelta in considerazione della possibilità di correggere in modo selettivo il difetto (aggiungendo esattamente dove c’è deficit volumetrico), senza utilizzare protesi in assenza di cicatrici.

Può essere utilizzato per reintegrare i volumi mancanti in caso di esiti di quadrantectomie. Può essere utilizzato per aumentare o reintegrare il seno ipoplastico in alternativa alla mastoplastica additiva con protesi.

Infine, essendo materiale naturale ed autologo, non comporta allergie né reazioni a lungo termine e può sostituire, per il momento in casi selezionati, le protesi mammarie. Inoltre, in senso correttivo, può essere molto utile per eliminare quel difetto che spesso si nota, a distanza di tempo dall’inserimento di una protesi mammaria, sulle porzioni laterali del seno e spesso tra i seni detto RIPPLING protesico.

Dr. Pietro Martinelli
Brescia

PIU’ INFORMAZIONI QUI