Una parte molto importante dell’oculoplastica è la patologia lacrimale, infatti è frequentissimo il paziente che viene da noi e che ci dice “dottore io ho l’occhio che lacrima quindi non riesco a leggere” ed è assolutamente invalidante nella vita di tutti i giorni.

https://www.youtube.com/embed/NCX1tpB-wTs?rel=0

Le cause della patologia lacrimale, cioè dell’occhio che lacrima possono essere diverse; possono essere dovute o a un aumento di produzione lacrimale o a un deficit di deflusso delle lacrime all’interno del naso, infatti le lacrime dall’occhio passano attraverso i canalini lacrimali che sono intrapalpebrali, arrivano al sacco lacrimale per poi scendere attraverso il dotto naso-lacrimale all’interno del naso.

La prima cosa da effettuare è un accurato esame alla lampada a fessura, quindi valutare che non ci sia una patologia oculare propriamente detta, con una congiuntivite, una cheratite, un’uveite cioè una patologia infiammatoria intra-oculare o ancora una blefarite o un corpo estraneo che determinano un aumento, un’infiammazione e quindi un conseguente aumento della produzione di lacrime e quindi una lacrimazione.

In questo caso saremo obbligati a trattare la causa dell’iperlacrimazione per risolvere il problema al paziente direi completamente.

Altro caso invece, quando a livello oculare non c’è nulla e il paziente non ha iperemia, non ha congiuntivite, ma ha una iper-lacrimazione; allora in questo caso è un deficit di secrezione delle lacrime.

Trascrizione integrale video e info qui: Occhio che lacrima


a cura di:
D.ssa Renata Migliardi
Corso Galileo Ferraris 120g
Tel. 011.501.234
studiomigliardi@tiscali.it
www.esteticaoculare.it