Paziente di 26 anni, che a causa di una gravidanza gemellare, ha visto aumentare il suo peso di 56 kg: dai 50 kg di partenza, alla fine della gestazione era arrivata a pesarne 106.

La disperazione totale e le conseguenti grosse difficoltà di deambulazione, cardio-circolatorie e respiratorie, nonché la quasi completa impossibilità di affrontare la vita coniugale e sociale, l’avevano portata a non accettarsi più ed era di conseguenza caduta in una forte forma di depressione.


La ragazza aveva tentato più metodi e possibilità per tentare di riacquistare la linea, affrontando i vari sistemi di dimagrimento, ma tutti con esito negativo. Aveva anche giustamente deciso di contattare uno psicologo per sottoporsi a sedute terapeutiche che l’aiutassero almeno ad accettarsi così com’era; ma anche questo tentativo aveva dato esito negativo.

Dopo essere stata visitata ho potuto tranquillizzarla con la promessa che sarebbe tornata com’era una volta. A questo punto i suoi occhi tristi hanno cominciato a sorridere di nuovo.

Dopo qualche tempo si è sottoposta a una serie di esami clinici per affrontare i quattro interventi chirurgici necessari per ottenere i risultati prospettati:

1° intervento: liposuzione completa della gamba e fianco di destra. La paziente il giorno dopo è ritornata al lavoro senza problemi.

2° intervento: dopo 10 giorni dal primo intervento e previ accertamenti con esami clinici dello stato di salute della paziente, è stata eseguita una liposuzione completa della gamba e fianco di sinistra. Anche stavolta la paziente il giorno dopo è ritornata al lavoro senza problemi.

3° intervento: dopo 10 giorni dal secondo intervento e previ accertamenti con esami clinici dello stato di salute è stata eseguita liposuzione completa dello stomaco, addome, e fondo schiena. Ritorno al lavoro dopo 2 giorni.

4° intervento: dopo 15 giorni dal terzo intervento, è stata eseguita una liposuzione completa delle braccia, e un’addominoplastica. La paziente dopo 15 giorni è ritornata alla sua vita normale (quella che conduceva prima di avere i figli) con grande gioia e tanta voglia di vivere.

Dopo circa un mese dall’ultimo intervento, le è stata prescritta una dieta basata esclusivamente sul controllo dell’alimentazione e senza nessun farmaco.

In conclusione si è ottenuto di riportare il peso a 65 kg, il tutto nel giro di 4 mesi e senza grande sofferenze. Ora la ragazza va anche in discoteca!

pubblicato su La Pelle: scarica l’articolo in formato PDF

Dott. Roberto Ruggero