La chirurgia estetica accompagna la donna durante le varie fasi della vita migliorando l’immagine e riducendo l’impatto del tempo. La ritrovata bellezza spesso si scontra con l’invecchiamento fisiologico femminile ed le varie conseguenze dello stesso. Interessandoci del benessere globale delle nostre paziente abbiamo voluto pubblicare qualche consiglio ed informazione.

Fino alla metà del ventesimo secolo, la menopausa era poco capita e considerata semplicemente un cambiamento peggiorativo nella vita della donna. Oggi invece c’è più consapevolezza dal punto di vista anatomico e fisiologico, perciò la menopausa e i suoi effetti sono più noti e si tende a guardare con più chiarezza a questo naturale progresso della vita femminile. Si sono diffuse sempre più le terapie ormonali alternative, in modo da ripristinare nel corpo gli ormoni mancanti e alleviare i sintomi più fastidiosi.

Come inizia la menopausa

I livelli degli oromoni estrogeni e progesterone iniziano a diminuire all’incirca intorno ai 40 anni. Le prime avvisaglie della menopausa si manifestano circa quattro anni prima che si verifichi la menopausa vera e propria. In questa delicata fase, i cicli mestruali possono essere anovulatori, cioè gli ovari non sempre producono un ovulo e i livelli di estrogeno iniziano a fluttuare. Sfortunatamente i sintomi della menopausa continuano anche dopo anni che il periodo menopausale è iniziato, tanto da manifestarsi per quasi un terzo della vita di ogni donna.

Gli effetti della menopausa

Alcune donne sperimentano solamente le noie minori, mentre altre trovano che la menopausa sia estremamente difficoltosa e scomoda. In realtà i cambiamenti sono svariati nel corso degli anni della menopausa:

Nel periodo peri-menopausale (prima della menopausa) i cicli mestruali sono irregolari e si alternano mestruazioni abbondanti a flussi molto leggeri e di breve durata.

Possono manifestarsi episodi di incontinenza sotto sforzo o mentre si starnutisce, oppure si avverte improvvisamente il bisogno di urinare. I rapporti sessuali possono diventare dolorosi e fastidiosi per via della secchezza vaginale e della sottigliezza della pelle.

Compaiono le vampate di calore che durano dai trenta secondi ai cinque minuti, che possono essere poi seguite da brividi freddi o sudori notturni. Il volto può arrossarsi improvvisamente o sulla pelle possono comparire puntini rossi.

Cambia il tipo di sonno notturno, che può diventare breve e frammentato o molto prolungato. Studi confermano il collegamento tra gli sbalzi ormonali degli estrogeni e gli sbalzi dell’umore.

Possono verificarsi vuoti di memoria, difficoltà di concentrazione e di prendere decisioni.

È fisiologico notare un aumento di peso con riduzione della massa magra, riduzione della flessibilità articolare, irritazioni cutanee, assottigliamento dei tessuti e della pelle, o lassità cutanea. Il tessuto connettivo si riduce e così anche la densità ossea.

Il calo dei livelli di estrogeno producono altri cambiamenti metabolici, in testa la perdita di tessuto osseo (che può essere l’inizio di un processo di osteoporosi), il colesterolo alto (con aumentato rischio di ictus e di attacchi cardiaci), cambiamenti nel tasso di glucosio (con rischio di diabete), e altri scompensi.

Pallaoro Medical Laser chirurgia estetica — Consigli sulla menopausa