Una delle decisioni più importanti da affrontare per una paziente quando si sottomette a un intervento di chirurgia estetica è quello di affidarsi a un buon medico. Ma allo stesso tempo, noi professionisti, dobbiamo essere attenti a saper selezionare i pazienti che scelgono un chirurgo plastico con giuste motivazioni.

Il chirurgo deve respingere i pazienti che:

  1. Non ascoltano il chirurgo. Essi sono i pazienti che, invece di stare attenti alle raccomandazioni del medico, interrompono continuamente con domande fuori dal contesto che si sta trattando.
  2. Fanno la stessa domanda più volte. Ciò significa che non ascoltano o non hanno capito. Ovviamente, il primo passo è quello di spiegare in un altro modo, o trovare un altro modo di chiarire la questione. Ma se anche dopo diversi tentativi di comunicazione si verifica che non c’ è alcuna comprensione è perché c’è un problema di connessione.
  3. Se il paziente viene accompagnato da qualcuno che non smette di dare giudizi, interrompe continuamente le osservazioni del paziente e assume una posizione di protagonista durante la visita.
  4. I pazienti che vogliono un risultato impossibile, troppo perfezionista e non accettano altre alternative o non sono in grado di accettare la realtà e le imperfezioni del proprio corpo.
  5. Pazienti che mostrano fotografie ritagliate da riviste richiedendo di riprodurre gli stessi modelli estetici.

Il paziente non deve scegliere il chirurgo che:

  1. Realizza una visita in modo frettoloso, senza ascoltare le esigenze della paziente.
  2. Quando alla domanda se esistono alternative tecniche a quella proposta da lui non offre alcuna spiegazione o rifiuta di offrire un’altra soluzione.
  3. Quando consiglia oltre l’intervento proposto dalla paziente, anche di operare altre zone del corpo.
  4. Quando si irrita di fronte alle domande chiarificatrici che pone la paziente, rispondendo in modo sarcastico e veloce.
  5. Quando viene chiesto quali complicazioni possono sorgere la risposta è “non esistono complicazioni”.
  6. Quando si chiede di vedere casi come il vostro e non mostra nessuna fotografia.

Dott. Roberto La Monaca
Palermo
www.robertolamonaca.com