La dermatite seborroica è una malattia infiammatoria cronica che interessa zone del corpo ricche di ghiandole sebacee e si manifesta con eritemi spesso desquamanti e forfora grassa.


Colpisce circa il 2% degli italiani e si manifesta nel periodo dell’adolescenza con un picco massimo intorno ai 40 anni di età. Le cause sono da ricercarsi:

  • nell’aumento della produzione sebacea (seborrea) causata dagli ormoni androgeni testosterone, che è il principale ormone sessuale maschile, la cui attività maggiore si concentra tra i 14 e i 30 anni e il DHEA (di-idroepiandrosterone), ormone prodotto in entrambi i sessi dai reni in risposta a vari stimoli, tra cui lo stress ;psico-fisico
  • nella crescita eccessiva della Malassezia Furfur, lievito normalmente presente sulla cute umana, ma che prolifera in modo abnorme in condizioni di eccessiva produzione di sebo. Crescendo il lievito libera acidi grassi che causano le manifestazioni infiammatorie della dermatite seborroica: arrossamento, desquamazione, forfora e prurito.

Forfora e dermatite seborroica hanno alla base le stesse cause e possono quindi essere considerate come due diversi stadi della stessa manifestazione clinica. In uno stadio lieve prevale la componente desquamatoria (forfora), mentre in uno stadio più grave (dermatite seborroica) prevale la componente infiammatoria.

Nel trattamento della dermatite seborroica del cuoio capelluto, le formulazioni più utilizzate sono i prodotti medicati, contenti principi attivi antifungini, che contrastano la crescita della Malassezia furfur, e gli antinfiammatori per lenire i sintomi associati all’infiammazione.