SITO IN FASE RESTYLING - RINGRAZIAMO PER LA COMPRENSIONE
SITO IN FASE RESTYLING - RINGRAZIAMO PER LA COMPRENSIONE

#CORONAVIRUS – CONSIGLI UTILI

CORONAVIRUS – CONSIGLI UTILI


Cari amici, siamo in una situazione senz’altro difficile ma sono altrettanto certo che ne usciremo bene e più forti di prima.

In questo periodo ho pensato di creare dei video che aiutino a risolvere quelli che sono i problemi pratici; sappiamo di dover restare in casa se non per motivi assoluti che ci portano a dover uscire ma al di là di questo passeremo molto tempo in casa, avremo la possibilità di guardare internet, di guardare dei video ed è per questo che proprio io cercherò di fare alcuni video su argomenti pratici, di tutti i giorni, che ci possono aiutare in questo periodo difficile: come indossare le mascherine, che tipi di mascherine utilizzare, il tipo di alimentazione, come ci si lavano le mani ma anche il tipo di attività fisica che possiamo fare in casa, che può essere molto utile per rafforzare le nostre difese immunitarie.

Ricordatevi che potete rimanere in contatto con noi attraverso il sito www.gennaichirurgia.it. Sapete che siamo stati tra i primi in Italia a organizzare i video-consulti, quindi potrete contattarci ai numeri inseriti nel sito e, appunto, organizzare i video-consulti insieme a noi.

Insomma, cerchiamo di stare insieme utilizzando i mezzi che per fortuna oggi abbiamo (come internet, le videoconferenze…) e se avete voglia seguite questi video in cui cercherò di darvi alcuni consigli utili su come gestire questo periodo difficile dal quale sono certo, ripeto, ne usciremo presto e più forti di prima.



Oggi vorrei parlare insieme a voi di come il Covid-19 si diffonde; questo ci dà ragione di alcune cose fondamentali e ci fa capire perché dobbiamo rimanere isolati il più possibile, perché dobbiamo limitare i contatti con le persone il più possibile e perché dobbiamo lavarci spesso le mani e lavare spesso le superfici con le quali veniamo in contatto.
Partiamo da un concetto: il Covid-19 è un virus che si trasmette per via aerea, per via diretta e va a colpire le vie respiratorie.

Come avviene il contagio diretto? Esso avviene, prevalentemente, attraverso quelle che vengono chiamate “droplets”, cioè “goccioline”: quando noi parliamo, respiriamo, emettiamo delle piccole goccioline di dimensioni di 0.5 micron (e considerate che il micron è un millesimo di millimetro), quindi sono goccioline invisibili che riescono a galleggiare nell’aria per alcuni metri; ecco quindi che se noi siamo in una stanza affollata o anche se comunichiamo con una persona a distanza ravvicinata, queste piccole goccioline possono trasferirsi da una persona all’altra ed è ovvio che se una delle due persone è positiva, infetta anche l’altra (anche se è asintomatica, perché ricordatevi che purtroppo ci sono tanti positivi che non presentano alcun sintomo, quindi non solo chi ha la febbre, per esempio, è infetto); dobbiamo partire dal concetto che tutti possono essere infetti e ci può anche essere una trasmissione da persone che hanno il Covid-19 all’interno della loro saliva, delle loro mucose ma che non sviluppano la malattia; dunque, non è che se noi parliamo con delle persone che non hanno febbre, non hanno sintomi, siamo sicuri, dal momento che ci sono tanti positivi, sfortunatamente asintomatici.

Queste piccole goccioline, quindi, possono trasmettersi e andare direttamente a contatto con bocca, mucose e occhi di persone e quindi, quest’ultime, possono infettarsi le une con le altre: questo è il modo diretto per infettare.
Poi ci sono i modi indiretti, perché queste goccioline possono cadere e rimanere su delle superfici, noi poi tocchiamo queste superfici, tocchiamo questi oggetti, ci portiamo le mani alla bocca, agli occhi o al anso ed ecco quindi che riavviene l’infezione.

Quindi abbiamo detto: trasmissione diretta, con queste goccioline che passano da una persona all’altra; oppure il modo indiretto, cioè queste goccioline che vanno a posarsi sugli oggetti e permangono per un determinato periodo e possono trasmettere, attraverso le mani, che vanno poi a toccare bocca, naso e occhi, l’infezione.
Diamo alcuni dati: una delle superfici in cui rimane meno il virus è il cartone, le cose cartacee, perché esso può rimanere fino a 24 ore; se noi andiamo su una superficie in acciaio, qui può rimanere fino a 48 ore; sulle superfici in plastica arriviamo a 72 ore.

Questo per dire che dobbiamo pulire le superfici e gli oggetti che utilizziamo, il più spesso possibile; dobbiamo lavarci le mani il più spesso possibile e dobbiamo evitare sempre di portare le mani alla bocca, al naso e agli occhi.
Questo implica molta attenzione e molta igiene personale e degli oggetti.
Vi dirò anche quali sono le sostanze che servono per pulire le superfici: l’alcool almeno al 75%, tutte le soluzioni a base di cloro ma anche i disinfettanti normali spesso hanno queste capacità, quindi abituiamoci a pulire molto spesso gli oggetti che utilizziamo e le superfici.

Ripeto: laviamoci spesso le mani e stiamo in isolamento, cerchiamo di avere contatti con il minor numero di persone possibili, proprio per evitare sia il contagio diretto che quello indiretto.