cavitazione ultrasonica

Oggi esistono fondamentalmente due tipi di cavitazione: la cavitazione medica e la cavitazione estetica. La cavitazione ultrasonica di tipo medico prevede, oltre all’utilizzo del macchinario ad ultrasuoni, l’infiltrazione di soluzione fisiologica e farmaci lipolitici nel tessuto adiposo prima del trattamento, per potenziare l’effetto lipolitico. Può essere effettuata esclusivamente da personale medico.

La cavitazione estetica si differenzia da quella medica poiché non è invasiva e prevede semplicemente l’utilizzo transdermico degli ultrasuoni con potenza molto più bassa rispetto a quella medicale. Fino a pochissimo tempo fa gli apparecchi per la cavitazione estetica potevano essere utilizzati anche dalle estetiste nei centri estetici.

Ad oggi ciò non è più possibile, poiché il 28 gennaio 2011 è stato approvato un decreto legge che modifica la legge 1/90, contenente l’elenco delle apparecchiature che possono essere utilizzate dalle estetiste: in base a questa recente modifica, le apparecchiature ad ultrasuoni a bassa frequenza non rientrano più in questo elenco e quindi non possono essere più utilizzate nei centri estetici.

D.ssa Ginevra Migliori
Massa