Procreazione assistita, ovodonazione ed egg freezing. Sabato 18 febbraio tutte le risposte all’infertilità

Il centro di medicina della riproduzione ProCrea di Lugano organizza un nuovo “porte aperte” per incontrare le coppie che sono alla ricerca di un figlio. Partecipazione libera con preregistrazione

Cos’è una Fivet? E quando fare ricorso all’ovodonazione o all’egg freezing? Il centro di medicina della riproduzione ProCrea di Lugano (www.procrea.ch) rinnova l’appuntamento con le coppie che sono alla ricerca di un figlio. Sabato 18 febbraio è in programma un nuovo Porte aperte per affrontare i temi dell’infertilità e capire quali le strade percorribili al fine di coronare il sogno di diventare genitori.
«Attorno al tema dell’infertilità c’è ancora molta confusione e poca prevenzione», premette Alessandro Verza, ginecologo specialista in medicina della riproduzione del centro ProCrea. «Davanti al desiderio di diventare genitori e ad una maternità che non arriva, spesso le coppie non si pongono domande nella convinzione che tanto, prima o poi, la gravidanza arriverà».
L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce infertilità l’assenza di concepimento dopo un anno di rapporti mirati non protetti . «Il tempo è un elemento importantissimo quando si parla di fertilità», continua Verza. «Il tempo è infatti il primo ostacolo che ci troviamo a combattere quando una coppia è alla ricerca della gravidanza. Infatti più avanza l’età più si abbassa la capacità fertile non solamente nella donna, ma anche nell’uomo».
Fare chiarezza e individuare il problema sono i primi passi per poter intervenire correttamente. «La procreazione assistita può dare delle risposte, ma talvolta da sola non basta e in alcuni casi non è la soluzione. Le tecniche di fecondazione necessitano oggi del supporto di una diagnostica approfondita che vada ad considerare la genetica per capire come meglio intervenire per arrivare al buon esito della terapia – spiega lo specialista di ProCrea -. Arrivare ad una gravidanza non è un passaggio matematico, ma un cammino che la coppia fa insieme con un intero staff composto da medici, biologi, aiuto medico e, se necessario, anche da psicologi».
Tra i pochissimi centri dedicati alla fertilità dotato di un proprio laboratorio di genetica molecolare, ProCrea mette a disposizione la propria struttura e il proprio personale per approfondire i temi legati all’infertilità, alle tecniche di procreazione assistita, all’ovodonazione e agli esami genetici.

L’incontro è libero e aperto a tutti. Per la partecipazione è richiesta la registrazione contattando la segreteria di ProCrea al numero +41.91.92455.55 oppure inviando una mail a info@procrea.ch indicando nell’oggetto “giornata porte aperte 18 febbraio”.

ProCrea si trova in via Clemente Maraini 8 a Lugano (Svizzera).

Programma
Ore 14: apertura del centro
Ore 14.15: incontro con lo staff
Accoglienza ed introduzione – Gian Piero Brunello, direttore di ProCrea
“Trattamenti della PMA” – Alessandro Verza, specialista in Medicina della riproduzione
“Analisi genetiche in PMA” – Giuditta Filippini, specialista in Genetica medica
“La biologia nella medicina della riproduzione” – Simona Cuomo e Marco Dini, biologi
“L’accompagnamento durante i trattamenti” – Michela Mondoloni, aiuto medico
Ore 15.30: rinfresco.

Tags dell’articolo