Chirurghi plastici a scuola di scultura a Salò

aicpe-salo-2013Un approccio multidisciplinare, insolito e inedito, è quello che ha atteso i 150 partecipanti all’ottava edizione del congresso internazionale di Villa Bella, patrocinato dall’Associazione italiana di chirurgia plastica estetica (Aicpe) e diretto dal presidente di Aicpe, Giovanni Botti, che si è svolto dal 24 al 26 maggio a Salò, sul lago di Garda.

Il corso quest’anno è stato dedicato ad “Aggiornamenti in chirurgia estetica del viso”. Con la partecipazione dei migliori chirurghi plastici del mondo, si analizzeranno le ultime tecniche chirurgiche e non per il ringiovanimento del volto, grazie anche ad operazioni eseguite in diretta.

Il congresso “tradizionale” é stato preceduto da un corso molto particolare, che ha affrontato il tema della bellezza del volto da un punto di vista piuttosto insolito: per la prima volta in Italia un famoso artista, Angiolino Aime, ha dato lezioni di scultura ai chirurghi plastici, focalizzando l’attenzione sulle distanze perfette e i rapporti ideali dei tratti umani.

Si è trattato di un’esperienza unica per permettere ai chirurghi di focalizzarsi sul volto attraverso una prospettiva tridimensionale. Il corso svolto nell’atelier di Aime, una chiesa sconsacrata del 15esimo secolo, ha visto al termine della due-giorni ogni chirurgo realizzare una testa d’argilla.