Medicina e chirurgia estetica: le novità 2013 dall’IMCAS di Parigi

imcas 2013Si è tenuto all’inizio di febbraio a Parigi il 15° congresso IMCAS (International Master Course on Aging Skin) dedicato ai chirurghi plastici e dermatologi, appuntamento irrinunciabile per i luminari internazionali che si occupano trattamenti contro l’invecchiamento cutaneo.

Molte le novità in fatto di medicina e chirurgia estetica, tra cui il primo trattamento “toxin free” per cancellare le rughe sulla fronte, un nuovo filler per le labbra e il via libera al lipofilling per l’aumento del seno.

Il trattamento “toxin free” per cancellare le rughe sulla fronte fa uso del freddo al posto dell’ormai nota e consolidata tossina botulinica. Stessi risultati del botox per questo trattamento, approvato dalla CE, che sfrutta il freddo, ovvero la crioneuromodulazione, per addormentare i muscoli del volto che sono la causa delle rughe d’espressione. Lo strumento usato in questa nuova tecnica, chiamata Iovera, è un manipolo a 4 punte che buca la cute e introduce il freddoin modo localizzato nel tessuto nervoso periferico. Il trattamento dura solo un quarto d’ora, i risultati sono subito visibili e durano per circa 4 mesi.

Sempre più sofisticati i nuovi ritrovati nel campo dei filler. Altra novità presentata all’IMCAS è infatti un nuovo acido ialuronico per le labbra, Juvederm Volbella: un gel liscio e molto morbido, ideale per essere modellato e iniettabile con un ago molto fine. Il risultato è naturale: si evitano eccessivi gonfiori e il trattamento dura fino a un anno. Due le indicazioni di utilizzo: per dare maggiore volume alle labbra e per attenuare le rughe del labbro superiore e degli angoli della bocca.

L’IMCAS ha infine dato il via libera definitivo al lipofilling per l’aumento del seno. Questo metodo consiste nell’estrazione del grasso da da aree del corpo dove ce n’è un eccesso per “trasferirlo” nella zona desiderata. Un trattamento adatto a donne sotto i 35 anni, con una mammografia normale e che non abbiano in famiglia precedenti di cancro al seno: questo perché in passato ci sono stati dubbi legati al timore che le cellule staminali, presenti delle cellule adipose, potessero favorire l’insorgere di tumori. L’idoneità del trattamento è stata oggi riconosciuta perché abbiamo a disposizione migliori tecniche per selezionare il grasso. La scelta del lipofilling promette risultati naturali, ma è naturalmente legata all’effettiva presenza di grasso in eccesso da poter prelevare.

Tags dell’articolo