Malattie delle Palpebre nella Persona Anziana

La patologia palpebrale del soggetto anziano è una patologia abbastanza frequente, spesso sotto-stimata e il povero paziente si trova a tenere un fastidio anche notevole per diverso tempo senza che gli venga proposta una soluzione.

La patologia palpebrale involutiva comprende essenzialmente la ptosi ovvero l’abbassamento della palpebra superiore, l’entropion che è un’eversione della palpebra inferiore o l’ectropion, che è un’inversione della palpebra inferiore.



L’entropion porta a una sensazione di fastidio, irritazione, sensazione di corpo estraneo in quanto le ciglia sono interamente a contatto con la superficie oculare e può portare anche ad alterazioni importanti della cornea con cheratite e a volte ulcera corneale con rischio comunque per l’occhio.

Quindi bisogna intervenire e l’intervento che viene proposto è un intervento in anestesia locale così come nella ptosi e nell’entropion.

L’entropion invece è l’eversione della palpebra con quindi esposizione della porzione congiuntivale palpebrale, è una porzione di mucosa che deve stare in un luogo a contatto con una struttura umida come l’occhio e non a contatto con l’aria come nel caso dell’entropion.

Questa secchezza della mucosa palpebrale porta irritazione, cheratizzazione, formazione di croste e infezioni a ripetizione con un notevole disagio per il paziente.

Come abbiamo già accennato sia la ptosi, che l’entropion, che l’ectropion sono patologie che vengono risolte con un intervento in anestesia locale e in day hospital, quindi bisogna cercare di proporre al paziente una risoluzione nel più breve tempo possibile.

a cura di:
D.ssa Renata Migliardi
Corso Galileo Ferraris 120g
Tel. 011.501.234
www.esteticaoculare.it